Messaggio

Saperi, scritture e web: nuove strade per educare alla differenza

Giovedì 18 Maggio 2017 11:21
Stampa

Giorno 6 di Aprile una selezione di  alunne delle classi  III O AT ; III OEN e IV O AT  abbiamo partecipato al convegno conclusivo di Sulle strade della differenza tre giornate di incontri e confronto per la scuola che educa alle pari opportunità e... Sorpresa! i ragazzi che avevano partecipato al concorso "il giardino dei giusti" dovevano esporlo alla numerosissima platea di docenti e studenti: Ok Panico collettivo! noi non avevamo niente di pronto e nessuno ci aveva fatto sapere nulla eravamo li per sentire una conferenza. Superato il primo momento,  nel quale nessuno si sentiva pronta a parlare in pubblico , recuperata un po' di autostima (sollecitate e quasi minacciate dalla prof Guerrera) ci siamo dette che il lavoro l'avevamo fatto noi quindi sapevamo perfettamente di cosa si trattava e nella realizzazione ci eravamo tutti messi in gioco per creare il "giardino dei giusti" li dove un giardino non c'è. Bene, due rappresentanti per classe più due che si fono fatte carico del lavoro dei ragazzi di quinta che sono impegnati con lo studio e perciò non c'erano, quando è stato il nostro turno abbiamo raccontato a tutti la nostra esperienza, il perché delle nostre scelte, superato il primo imbarazzo non abbiamo neanche guardato i foglietti improvvisati di appunti e abbiamo coinvolto la platea che si è incuriosita ed ha apprezzato le nostre soluzioni fantasiose. Bene ce l'abbiamo fatta, un'altra piccola soddisfazione, saper parlare in pubblico è uno dei nostri obiettivi e siamo tornati a scuola con una piantina di corbezzolo che ci hanno regalato e che andrà a fare compagnia agli altri nostri alberelli.

Carola Porto, Serena Stancanelli, Mariachiara Andolfo, Silvia Raiti e Mary Pappalardo