I.P.S.S.A.R. KAROL WOJTYLA di Catania

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • Consenso all'uso dei cookie

    Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente acconsente all'uso dei cookie.

    Informativa estesa sui cookie

Benvenuto - Welcome - Bienvenue - Willkommen - Bienvenido

nel sito ufficiale dell’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania

Plesso di via  Raccuglia Plesso di via Lizio  Bruno Plesso di viale  Tirreno Plesso di via Anfuso
I nostri quattro plessi
 
Dirigente Scolastico dott.ssa Daniela Di Piazza    
 
Uffici di Presidenza e Sede Amministrativa
via Vittime civili di guerra n. 8 – 95123 Catania – tel. 095 484836 – fax 095 7571828
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
orario di ricevimento dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico:
martedì (ore 10,00 – 12,00) e giovedì (ore 10,00 – 12,00 / 15,00 – 17,00)

Sito ottimizzato per Internet Explorer 8.0, Mozilla Firefox 4.0, Safari 5.0 e per una visualizzazione di 1280x1024
Nomi, loghi e immagini sono marchi o marchi registrati dei rispettivi proprietari

 
Iscrizioni alla classe prima (provenienza scuola media) − A.S. 2017-2018
Servizio attivo dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017

Fase 1 - Gli utenti provenienti dalle scuola media interessati alle iscrizione e in possesso di un indirizzo email dovranno prima di tutto registrarsi a Iscrizioni On Line a partire dal 9 gennaio 2017. Si consiglia durante la registrazione di prendere nota della password inserita e di conservarla. Alla fine di questa fase si riceverà nella casella di posta elettronica comunicata una email di conferma dell'avvenuta registrazione con il codice personale da utilizzare insieme alla password per accedere al servizio Iscrizioni On Line.

Fase 2 - Accesso a Iscrizioni On Line con le credenziali ricevute nella fase 1 e compilazione e inoltro della domanda d'iscrizione. Servizio attivo dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017. Coloro che sono già in possesso di un'identità digitale (SPID) possono accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore.

Supporto - Gli Uffici di segreteria daranno supporto a quanti ne faranno richiesta al numero di telefono 095484836. Gli utenti non in possesso di un personal computer, di un accesso a internet o di una casella di posta elettronica possono rivolgersi, per l'accesso al servizio Iscrizioni On Line, all'Ufficio Didattica in via Vittime civili di guerra 8 dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017 nei giorni di martedì e giovedì dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,00 ed il mercoledì dalle 9,00 alle 13,00.
 
Progetti PONFondi Strutturali Europei − "Cosa fa la mia scuola"

clicca sul logo per visitare la pagina
 
La solidarietà… è per noi uno stile di vita da insegnare
Banner-foncanesa
Banner-telethon
Banner-unitalsi

 

Il giardino degli aromi

E-mail Stampa PDF

La classe III A Accoglienza Turistica del plesso di via L. Bruno ha partecipato giorno 23 marzo al progetto “Il giardino degli aromi”. L'attività è stata organizzata dalla professoressa Marcella Palumbo con la partecipazione, in qualità di  esperto, del professore Francesco Privitera. Il progetto, attuato in rete con il plesso di Via Anfuso, ha visto la realizzazione, all’interno del plesso di via Lizio Bruno, di un’aiuola con piante aromatiche.

Durante l’attività gli alunni e gli insegnanti sono riusciti a creare un clima accogliente e facilitante che ha visto il coinvolgimento attivo di un alunno diversamente abile che, nonostante i suoi specifici problemi, ha partecipato con entusiasmo al progetto, nel rispetto dei suoi tempi di concentrazione e di attenzione, sentendosi cosi parte di un gruppo che lo rispetta e lo apprezza, rendendolo consapevole delle proprie capacità. Ognuno con le proprie potenzialità ha fornito il suo contributo personale in un processo di inclusione che ha coinvolto tutti, alunni ed insegnanti in particolare i prof.ri Anna Santoro, Miranda Carastro, Francesca Torrisi, Salvatore Anello e Gisella Maugeri e gli assistenti igienico-sanitari Vito La Spina e Nina Yankovska.

 

Apprendisti Ciceroni per un giorno e non solo…

E-mail Stampa PDF

Domenica 26 Marzo si è svolta la seconda Giornata Fai di Primavera

Sono state due giornate ricche e intense riscaldate dal sole e dall’entusiasmo giovanissimi Ciceroni, gli studenti che hanno accompagnato i visitatori lungo il percorso dei beni loro assegnati.

E’ stata un’occasione per raccogliere fondi necessari alla salvaguardia del patrimonio, per ampliare la lista di opere “salvate” dall’incuria, dal tempo e soprattutto dal degrado. Come ogni anno noi eravamo lì in prima linea, così da quindici anni a questa parte l’Istituto Alberghiero schiera i propri ragazzi che con competenza e professionalità accompagnano i visitatori alla scoperta di posti che pochi conoscono. E’ un’occasione per far studiare arte ai nostri studenti, dato che qualcuno non l’ha più ritenuta importante come materia per il curriculum di studenti che frequentano i corsi turistici. E’ uno scempio, ma si fa quel che si può.

“Non si può amare ciò che non si conosce” diceva Dostoevskij, ed è vero! Solo facendo conoscere le bellezze della nostra città avremo più rispetto dei tesori che abbiamo ma che poco valorizziamo. Da anni il nostro impegno è quello di sfatare le leggenda metropolitana che i ragazzi del professionale non sanno e non possono sapere di arte, di cultura, di bellezza. Collaboriamo con il Fai e con la Soprintendenza da parecchio tempo ed un motivo ci sarà se non siamo di passaggio, scuole che si ritrovano per importanti occasioni come le giornate del Fai, e non solo, siamo partner di tante manifestazioni.

I nostri ex alunni, negli anni hanno lasciato il segno, e anche quest’anno è stato un piacere vedere i nostri ragazzi che con disinvoltura hanno illustrato ai visitatori, catanesi e non, La Casa del Mutilato in piazza Vincenzo Bellini.

In una assolata e affollata piazza Teatro Massimo spiccavano le divise blu dei nostri allievi della III e IV O AT del plesso di via Anfuso che ,affiancati dai ragazzini della scuola Media Cavour , hanno illustrato la piazza nella sua complessità architettonica e hanno introdotto gli ospiti dentro questo storico palazzo che normalmente è chiuso ( e anche ricettario di rifiuti ): La Casa del Mutilato, opera dell’architetto del regime Ercole Fischetti, incorniciato dal Palazzo delle Finanze e dal Teatro Massimo Bellini. È un complesso architettonico in stile razionalista e funzionalista che risale agli anni ’30 che celebra le gesta eroiche dei sopravvissuti alla I guerra mondiale, che con le loro mutilazioni fisiche hanno dimostrato coraggio e dedizione alla patria. La nostra scuola ha ricevuto elogi e complimenti anche dai turisti stranieri che, dopo un primo momento di smarrimento, sono stati accompagnati nel percorso da studenti che in inglese e in francese hanno trasmesso loro l’amore verso la propria città e ciò che la rappresenta.

Graziella Guerrera

 

ABBIAMO VINTO!!!!

E-mail Stampa PDF

E’ arrivata, inaspettata e quindi ancora più gradita la mail che così diceva:

“Gentilissimi e Gentilissime,

ringraziandovi  per aver partecipato  alla IV edizione del   concorso "Sulle vie della parità", abbiamo il piacere di comunicarvi che il vostro lavoro sarà premiato nell'ambito della cerimonia che   si terrà  il   28 aprile 2017,   dalle h 11,00 alle h 18,00, in viale Trastevere, 76 a  Roma, presso il MIUR.   Restiamo a disposizione per   eventuali chiarimenti ed informazioni.

Cordiali saluti, Pina Arena (coordinatrice della sezione "Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola)”

Ebbene si abbiamo vinto un premio quando meno ce lo aspettavamo, no, non solo noi della III OEN ma tutte la classi che hanno partecipato al progetto : la III OAT, la IV OAT e le due V OAT e V QEN .

La nostra incredulità è stata anche quella della nostra prof Guerrera , infatti prima di comunicarcelo ha chiesto chiarimenti all’organizzatrice prof Arena che le ha risposto che del nostro progetto è piaciuto l’entusiasmo, infatti lo avevamo saputo una settimana prima della scadenza , il fatto che abbiamo “creato “un giardino li dove non c’era niente, con originalità, le nostre scelte con le motivazioni  e che nel nostro progetto vedono tanto potenziale in fieri ( ci ha dovuto spiegare la prof che vuole dire ). Si c’è tanto potenziale in divenire noi ce la metteremo tutta. Noi che spesso sembriamo apatici, scoraggiati, siamo stati travolti da una marea di progetti e da un’insegnante che ci trascina a non perdere l’occasione a provarci e a metterci alla prova anche in campi che non sembrano appartenerci e il risultato è arrivato. Questa è la scuola che ci piace!

Maria Chiara Andolfo Andolfo, Serena Stancanelli, Samoa Bertino e Carola Porto III O EN

 

Progetto Bicocca

E-mail Stampa PDF

Giorno 30 Marzo si è concluso, nel plesso di Bicocca dell’Istituto Alberghiero K.Wojtyla  di Catania,  il progetto denominato “ Inserimento lavorativo dei detenuti”. L’iniziativa, che si pone in continuità con il progetto dello scorso anno e che ha visto durante l’estate gli studenti detenuti realizzare ben 2000 pacchi di grissini devoluti in beneficienza alla Caritas di Catania, è nato pensando al loro inserimento nel campo lavorativo in modo concreto, utilizzando delle risorse umane con una gran voglia di riscatto e per offrirgli una reale opportunità di misurarsi con un’esperienza pratica.

Il progetto gli ha insegnato come avviare una attività economica, dunque, le lezioni sono state centrate sulle spiegazioni di come quest’ultima diventi operativa a partire da tutte quelle attività consone ai detenuti, una volta scontata la pena.

Scrive Cesare Beccaria nel suo importante libro “Dei Delitti e della pene”: “ il piú sicuro ma piú difficil mezzo di prevenire i delitti si è di perfezionare l'educazione...”

Già nel ‘700 uno dei più importanti illuministi italiani, aveva compreso che cultura e prevenzione sono gli unici strumenti contro la violenza. In questo senso, il trattamento rieducativo, costituisce una parte del trattamento penitenziario, in quanto nel quadro generale e nei principi di gestione che regolano le modalità della privazione della libertà personale, si inserisce il dovere dello Stato di attuare l'esecuzione della pena o della misura di sicurezza in modo tale da tendere alla rieducazione del soggetto ed abbattere il tasso di recidiva di chi viene rimesso in libertà dopo aver scontato la pena.  L’istituto alberghiero di Catania ha sposato, attraverso la scuola all’interno della sede di Bicocca, questo principio ideale cioè che deve esserci una separazione tra il reato commesso e la persona, poiché egli è, nonostante le circostanze, un individuo complesso, fatto di contraddizioni come chiunque altro,  dotato di un patrimonio emotivo, cognitivo e comportamentale che la scuola deve comprendere e valorizzare. Dunque,  il progetto  ha semplicemente voluto offrire al detenuto una possibilità finalizzata al potenziamento delle sue abilità e competenze, senza mai dimenticare l’efficacia della relazione umana che sta alla base di ogni esperienza didattica.

Gli attori coinvolti sono stati il prof. Scibilia per la parte tecnica, lo chef internazionale D’Agostino per la parte pratica e laboratoriale, gli studenti del secondo periodo didattico,  la tutor e responsabile del plesso prof.ssa Nastasi.

Lo chef  ha mostrato come ottimizzare i costi di produzione, utilizzando materie prime povere, per la realizzare un piatto a basso costo.

Gli studenti detenuti hanno seguito sia le lezioni teoriche che quelle pratiche, con grande interesse e impegno nonché con una partecipazione assidua. Hanno seguito le indicazioni dello chef come una vera a propria brigata di cucina, ciascuno con i propri compiti, ciascuno rispettando le consegne per la realizzazione della pietanza. Vederli così motivati nella cucina di Bicocca, fortemente implementata di attrezzature durante questi anni di scuola alberghiera, per un attimo ha fatto cadere le barriere che separano il mondo della reclusione e quello della normalità, per cui si può affermare che la scuola carceraria rappresenta, veramente, uno spazio di libertà all’interno dell’istituto penitenziario. Il Dirigente scolastico, Dott.ssa Di Piazza, nel ringraziare tutti i soggetti coinvolti per il fruttuoso percorso intrapreso, non ha mancato di sottolineare che la possibilità di raggiungere determinati risultati è sempre frutto di un lavoro di squadra che coinvolge gli insegnanti, l’area educativa e la polizia penitenziaria poiché tutti insieme si concorre alla realizzazione di un obiettivo comune: offrire agli studenti detenuti un’alternativa. E’ proprio questo che ha reso così importante,  in  questi dodici anni, la presenza dell’Istituto alberghiero all’interno della casa circondariale di Bicocca.

Cosa ricordare, in conclusione, di questa attività?  Due cose: il sorriso e la cordialità di tutte le persone, dai detenuti, ai rappresentanti della scuola, alla professionalità della polizia penitenziaria; il valore immenso dell’istruzione, unica e insostituibile arma per qualsiasi forma di emancipazione sociale.

Prof.ssa Giovanna Nastasi

Responsabile plesso Bicocca

 

9° TROFEO ANTONIO DI PIAZZA

E-mail Stampa PDF

Il TROFEO ANTONIO DI PIAZZA è un’iniziativa sportiva che valorizza le valenze formative di cui è mediatore lo sport attraverso una  sana competizione, unitamente a un implicito messaggio educativo a favore di un tifo sano negli stadi, per la promozione dell’attività motoria deputata al ben-essere della persona. Così vogliamo ricordare il prof. Antonio Di Piazza scomparso prematuramente, il quale ha dato un forte contributo per lo sviluppo dello sport a scuola, coinvolgendo con passione i “suoi ragazzi” dello Zen di Palermo, presso l’I.C. “G. Falcone” dove insegnava.

Seguendo e condividendo quello che è stato sempre il suo credo educativo/formativo,  e cioè che  attraverso lo sport  di squadra si favoriscono comportamenti improntati alla legalità e alla prevenzione del bullismo imparando a “star bene insieme”, si vuole dare vita a questa nona edizione del trofeo in oggetto.

Si propone quanto segue:

TORNEO DI CALCIO A 5 per le scuole  secondarie di I° grado e delle classi I,II e III delle scuole secondarie di II grado delle provincie di Catania e Palermo.

LOCANDINA TROFEO ANTONIO DI PIAZZA 2017

Il torneo  e’ costituito da due gironi provinciali, cui seguiranno semifinale e finale regionale, fasi a cui parteciperanno le prime due squadre classificate sia della primaria, della secondaria di I grado e della secondaria di II grado di  ciascuna provincia.

Le squadre di Scuola secondaria di I grado devono essere formate da alunni, regolarmente iscritti e frequentanti, nati negli anni 2003 – 2004 - 2005.

Le squadre della Scuola secondaria di II grado, devono essere formate da  alunni, regolarmente iscritti e frequentanti, nati negli anni  2000 – 2001 - 2002.

Le date e l’orario di svolgimento dei gironi saranno  i seguenti:

-         07 e 10/04/2017         Scuola Secondaria di I Grado

GIRONI, SEMIFINALI E FINALI.

-         19 e 21/04/2017        Scuola Secondaria di II Grado

GIRONI, SEMIFINALI E FINALI.

-   dalle ore 8.30 alle ore 13.30.

La giornata conclusiva (semifinali/finali), si svolgerà il 3/4 maggio 2017 a Palermo presso i campetti di calcio a 5 dell’I.C. “G. FALCONE”, intitolati al prof.re Antonio Di Piazza.

Modalità di partecipazione:

INVIO DEL MODULO ALLEGATO PER L’ISCRIZIONE ENTRO IL  27 MARZO 2017

Le scuole partecipanti dovranno inviare il modulo via fax alle scuole capofila:

  • per le scuole di Palermo:

I.C. “G. Falcone” tel.091-6710763 fax 091- 6721146

Docente  referente: Prof. De Luca Giuseppe  

  • per le scuole di Catania:

IPSSEOA K. WOJTYLA CATANIA   tel. 095484836   fax. 095 - 7571828

Docenti Referenti: Prof. ssa Maria Grazia Fiamingo (Scuola Sec. I grado e

Primaria classi V)  Cell. 3331683998, Prof. Carmelo Crispi (Scuola Sec. di II grado

classi I e II) Cell. 3934225009.

Il Regolamento, il calendario  e i campi di gioco,  sono consultabili ai seguenti link:

Gironi e calendario 1° grado (aggiornato)

Gironi e calendario 2° grado

La Conferenza stampa di presentazione del Trofeo alla quale sono invitati i Dirigenti Scolastici,  i docenti referenti e le squadre delle Scuole partecipanti al Trofeo, si terrà venerdi 30 marzo 2017 alle ore 10.00, presso l’Aula magna dell’IPSSEOA K. WOJTYLA CATANIA - Plesso di Via Lizio  Bruno, 1.

 

Colloqui di lavoro Yeo group

E-mail Stampa PDF

Colloqui di lavoro a cura della Yeo group indirizzata alle eccellenze delle classi quinte enogastronomia 28/29 Marzo 2017. Referente tirocinio formativo europeo prof. L. Nicolosi

 

4° giornata cittadina della memoria e dell’impegno, in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

E-mail Stampa PDF

Nella giornata del 24 marzo, su  proposta del prof Giuseppe Valore, il nostro istituto ha partecipato al corteo organizzato dal coordinamento provinciale di LIBERA  per celebrare la 4° giornata cittadina della memoria e dell’impegno, in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

L’istituto K. Wojtyla è stato rappresentato dalle prime classi delle sez. A,EA,I,Q. Gli studenti sono stati accompagnati dai prof.  Eleonora Nocita, Graziella Puglisi, Maria La Manna, Daniela Farruggia, Virginia Ganci, Carla Bonaccorsi e Sebastiano Arcidiacono.

Durante il percorso si sono succeduti momenti commemorativi accompagnati dai canti degli stessi ragazzi. Il momento conclusivo della manifestazione si è svolto in piazza Dante quando gli alunni sono stati chiamati a dare lettura dei nomi delle vittime. “Momento toccante” riferisce la prof. G.Puglisi “ in quanto ogni nome non è stato solo un numero di una lista ma racchiudeva una storia e una tragedia del vissuto quotidiano….. pronunciare ogni nome era come un marcare il ricordo di una vita umana finita in modo indegno ed ingiusto”.

I nostri alunni hanno dato prova di maturità, compostezza e di essere pienamente consapevoli  dello spirito dell’iniziativa nata per coltivare il senso della memoria.

E’ stata indubbiamente una esperienza educativa di grande valenza formativa e un’opportunità per sviluppare la coscienza civica e sociale di ogni studente.

Referente alla legalità

Prof.ssa Gabriella Mazzullo

 

Giornata ricordo delle vittime innocenti delle mafie

E-mail Stampa PDF

24 marzo 2017, “XII Giornata nazionale e IV Giornata cittadina della memoria e
dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”. Il programma della
manifestazioni e delle attività organizzate da Libera, associazioni, nomi e numeri contro
le mafie è disponibile al seguente link:

Programma giornata ricordo delle vittime innocenti delle mafie

 

Protagonisti insieme al Fai per le giornate di Primavera

E-mail Stampa PDF

Si è svolta ieri al teatro Sangiorgi di Catania la conferenza stampa di presentazione delle giornate Fai di
Primavera che si svolgeranno sabato 25 e domenica 26 Marzo. In allegato vi diamo il programma sperando
che in tanti si possano mobilitare per visitare i gioielli che la nostra città tiene più o meno nascosti. E’
un’occasione da non perdere poiché ,oltre al teatro Massimo Bellini che tutti possiamo ammirare
facilmente, sarà possibile visitare Palazzo Manganelli o la Cappella dei Bianchi o la casa del Mutilato, che
molti, anche catanesi doc , non conoscono.
L’occasione del servizio svolto al teatro Sangiorgi ci ha fatto scoprire un gioiello liberty che noi non
avevamo mai visto, stiamo imparando a lavorare con uno spirito nuovo, professionalità, certo, gentilezza
,cortesia e sorrisi, naturalmente ma stiamo cominciando ad aprire gli occhi, ad immergerci nella bellezza
delle opere d’arte fino a ieri sconosciute . Saremo tra gli apprendisti ciceroni che vi guideranno alla
scoperta della casa del Mutilato . Non vi sveliamo niente dovete venire a conoscere questo pezzo di storia
catanese troverete ,domenica mattina dalle 9,00 alle 13 e pomeriggio dalle 15,30 alle 18 , noi della IV OAT e
i ragazzi della III OAT . Alla conferenza era presente il nostro dirigente scolastico che ha ricevuto i
complimenti da parte della delegazione provinciale del Fai per il lavoro di collaborazione che la nostra
scuola svolge ,grazie all’impegno della professoressa Guerrera che da 15 anni è sempre stata presente con
varie classi alle manifestazioni del Fai,insieme ad altri colleghi che credono nel potere della bellezza e della
cultura e cercano di trasmetterlo a noi studenti. E’ stato bello sentire che una cospicua parte della
delegazione del FAI giovani è composta da ex alunni della nostra scuola ,ci ha fatto sentire orgogliose.
Vi aspettiamo domenica
Silvia Raiti, Maria La Rosa , Mary Pappalardo, Doriana Capizzi

PROGRAMMA GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

 

La prof del Karol Wojtyla sezione Bicocca tra le migliori cinque insegnanti d'Italia

E-mail Stampa PDF

Daniela Ferrarello

La prof. Daniela Ferrarello è tra i 5 vincitori dell"Italian Teacher Prize. Leggi l'articolo su La Sicilia

 

Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola

E-mail Stampa PDF

Il progetto Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola, alla sua seconda edizione, indetto da Toponomastica femminile e dalla Fnism-Catania, è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, agli atenei, ad enti, istituti e centri di formazione e di Cultura ed e finalizzato a valorizzare, attraverso la ricerca e la riflessione degli e delle studenti a scuola, il contributo offerto dalle donne e dagli uomini alla costruzione di un modo di Pace, Uguaglianza, Liberta, Fratellanza e Sorellanza.

La proposta s’ispira al Giardino dei Giusti tra le nazioni creato nel 1960, presso il museo Yad Vashem di Gerusalemme, dove ai Giusti, che nel mondo si sono opposti ai crimini contro l'umanità e ai totalitarismi, viene dedicata la piantumazione di alberi, poiché  tale pratica nella tradizione ebraica indica il desiderio di ricordo eterno per una persona cara e di valore. Nell’anno 2015-16, nell’ambito della prima edizione del progetto, sono stati creati 21 giardini in 21 scuole e piazze, da Lampedusa a Parigi, passando per tante scuole e piazze siciliane, con centro a Catania.

Anche in questa seconda annualità, l’iniziativa si propone di creare un’antologia, fotografica e narrativa, che sarà presentata in occasione di un evento che si terra a Catania nel mese di marzo 2017. Noi quest’anno ci siamo ! le classi III O EN, III O AT e IV OAT coordinate dalle professoresse Guerrera e Mirone e le V OAT e VQ EN coordinati dalla professoressa Gennuso, tutte del plesso di via Anfuso  hanno aderito al progetto con entusiasmo . Data la mancanza di spazi verdi, in attesa di bonifica dell’unica aiuola del plesso, i ragazzi si sono fatti promotori di un’idea alternativa di “giardino dei giusti”.

Abbiamo scelto un angolo mal messo del cortile, usato pneumatici abbandonati come fioriere e iniziato a creare uno spazio della memoria e della riflessione . I giusti scelti ,dai ragazzi della III O AT, a cui dedicare una pianta sono stati Carlo Angela, scoperto durante i lavori di ricerca fatti per il giorno della memoria, uomo che ha messo a repentaglio la propria vita e quella degli altri medici ed infermieri che  hanno collaborato al suo piano d’internare dentro un ospedale psichiatrico ebrei ed oppositori del regime ,per salvarli dalla deportazione. L’altra giusta è Maria Occhipinti . I ragazzi si sono stupiti del coraggio della forza d’animo di una giovane che nasce povera e cresce analfabeta ma che ha chiare le idee su quello che vuole nella vita e rischia ,battendosi contro tutto ciò che la circonda e che ha il coraggio non solo di sfidare i soldati ,durante la II guerra mondale, per impedire che ragazzi, poco più che adolescenti, vengano portati al fronte per combattere ,ma che a guerra finita viaggia per il mondo si arricchisce di esperienze e riesce a raccontare il suo mondo e il suo modo di vedere la vita diventando scrittrice .

I ragazzi, dopo vivace discussione , hanno scelto  di dedicare una pianta del ricordo: una camelia perchè il  significato più importante attribuito alla Camelia è il sacrificio. E' un pegno e allo stesso tempo un impegno ad affrontare ogni sacrificio in nome dell'amore. Il significato che gli viene attribuito nel linguaggio dei fiori è il senso di stima e di ammirazione verso qualcuno. L’altra pianta è la mimosa , simbolo si della festa delle donne, ma anche perché uno dei significati della Mimosa, originario degli Indiani d'America, è quello di forza e femminilità. La mimosa esprime inoltre innocenza, libertà, autonomia, pudore e sensibilità e il colore giallo trasmette energia ed è tipico di chi ha molte aspettative sul suo futuro e adora rinnovarsi e fare nuove esperienze. La spiegazione addotta dai ragazzi ci ha convinto ( sarà stato il risulato di un lavoro fatto sul significato dei fiori e dei colori? ) e non abbiamo insistito per un albero.  I costi per la realizzazione del progetto sono stati a carico dei ragazzi e delle insegnanti. 

Perla IV O AT la scelta definitiva è caduta su due donne che Loro hanno ritenuto degne di essere ricordate : Serafina Battaglia, la prima donna che ha rotto il muro dell’omertà e ha testimoniato contro la mafia e Felicia Bartolotta Impastato, anch’essa donna forte e coraggiosa che ha sfidato la mafia e creduto nella giustizia dello Stato.

Anche per loro : una camelia e un gruppo di  piante di girasole, che oltre ad essere trasmettitore di gioia esprime anche gratitudine oltre che rispetto e ammirazione ..  Con la III O EN l’esperienza è stata stimolante. In una classe composta soprattutto   da ragazzi  vedere che il personaggio scelto per primo è  Filippo Raciti, un poliziotto ucciso durante gli scontri allo stadio mente si disputava il derby Catania-Palermo , e sapere che una parte di questi ragazzi fa parte degli ultras più accaniti , mi ha lasciato stupefatta. Abbiamo discusso, hanno litigato , ma il buon senso e le ragioni dei più hanno avuto la meglio. Questo è un successo straordinario pensando al contesto in cui queste discussioni sono avvenute e mi fa pensare che c’è ancora speranza .

Li ho lasciati liberi di  cercare e di scegliere  e l’altro personaggio su cui si è puntata l’attenzione è  Annunziata Pesce , giovane donna appartenente ad una famiglia mafiosa ,uccisa dal fratello, per ordine del padre, per essersi innamorata di un poliziotto. Doppia motivazione da parte delle ragazze e approvata dai ragazzi , vittima di mafia e di femminicidio . A Filippo Raciti i ragazzi e le ragazze hanno voluto dedicare una pianta di alloro ( sono ragazzi e ragazze che studiano cucina , meno svolazzi di fantasia  ) come simbolo della potenza e per l’onore da attribuire a questo rappresentante delle forze dell’ordine morto in difesa della legalità. Albero le cui foglie  saranno pure utilizzate da tutti gli allievi nei nostri laboratori di cucina, “quindi Tutti dovranno leggere la targa apposta” . Ad Annunziata Pesce invece è dedicata la mimosa.

Le V OAT e V Q EN,hanno invece scelto Maria Grazia Cutuli, giovane giornalista catanese che ha pagato con la vita il coraggio delle proprie idee e della fede nell’onestà e la pace

L’angolo giardino sarà ampliato e speriamo nella “bonifica” dell’unica aiuola  presente nel nostro cortile ,per mettere a dimora le piante, mantenendo però vivo l’angolo della memoria e riflessione, si prevedono panche e tavolinetti ( tutti tratti da riciclo) perché chi si avvicina incuriosito possa respirare un’atmosfera allegra e poter riflettere sui messaggi che abbiamo inteso dare accendendo una luce sia su chi è già conosciuto sia su chi ,la maggioranza , non ha mai sentito nominare .

Da contatti con Legambiente nasce la prospettiva di riuscire in futuro a riqualificare uno spazio di fronte la scuola per poter creare un luogo d’incontro per il quartiere di Ognina e quindi magari spostare li le nostre piante e comunque piantarne altre che possano essere un segnale d’impegno e volontà civile per tutti.

Graziella Guerrera

 

On The Road - Cuore di Maglia - Catania 2017

E-mail Stampa PDF

25 febbraio 2017, Palazzo Biscari , atmosfera trasognata, location barocca, ampi saloni, una fucina di donne riunite in piccoli gruppi, rilassate, sorridenti, assorte in un lavoro intenso, attento e laborioso. Cuffiette, calzini, sciarpe, golfini, liseuses in miniatura, quasi un mondo da favola…

Tutto richiamava un passato fatto di mamme, zie e nonne che preparavano amorevolmente corredini e indumenti per figli e nipoti, senza badare a tempo e fatica, ma ansiose di ultimare gli abitini per i loro bambini…

I manufatti delle signore di “Cuore di Maglia”, Associazione Onlus presente in tante città italiane, danno invece il “benvenuto” a tutti i bimbi nati prematuri, che sono assistiti nei reparti ospedalieri di neonatologia. E’ un’accoglienza piena di tenerezza, che suscita belle emozioni e speranza nei genitori che a volte attendono per mesi i loro “cuccioli” costretti a rimanere nei nosocomi, finché non completano la loro crescita.

Per quest’evento I nostri chefs (G. Floresta, A. Galati) hanno preparato il pranzo con i volenterosi alunni della 3P ENO, i nostri maîtres (M. Pulvirenti, G. Sapienza) hanno seguito attentamente mise en place e servizio, il nostro personale ATA (C. Morgioni, T. Mascali, S. Calanna, M. Impellizzeri) ha collaborato con zelo, i nostri alunni di 2B, 2AA e 2C hanno dato prova di efficienza e compostezza. In particolare gli alunni Giuseppe Nicotra (2B) e Orazio Santagati (2C), emotivamente partecipi, hanno dimostrato “savoir faire” e disponibilità relazionale da veri professionisti. L’alunno G. Nicotra ha ringraziato i docenti per avergli offerto “ l’opportunità di vivere un’esperienza fantastica, un’occasione meravigliosa che ha anche migliorato le sue capacità in sala”.

In breve: la realizzazione del servizio ha pienamente soddisfatto le partecipanti all’evento, come i loro commenti di esplicito e compiaciuto apprezzamento hanno dimostrato nel corso del pranzo.

In effetti l’evento, curato anche nei dettagli dalle infaticabili associate catanesi, tra le quali figurano Mariastella Cosentino e Marinella Di Mauro, ha colmato di tenerezza e gioia il cuore di tutti.

Laura Valastro

 

Monofest stasera

E-mail Stampa PDF

Monofest... e furono crepes. Visualizza il video pubblicato dal Prof. Calogero Matina

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10209089701856721&id=1143871774

 


Pagina 1 di 15

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo Pretorio online

RAV - Valutazione d'Istituto

PON 2007-2013

FSER 07-13 − Asse II − Ob.C

Progetto PON F3 2013-2014

La Scuola (il video)

I.P.S.S.A.R. "K. Wojtyla" si presenta
Piattaforma E-Learning

Italian Danish English French German Greek Irish Norwegian Portuguese Spanish Swedish

Chi è online

 212 visitatori e 14 utenti online
Tot. visite contenuti : 14045887
Hospitality School
Le trasmissioni TV

DVD ETNA
GastroEtna

5O AT
Progetto MIUR
"Impresa in azione JA"

www.sceglicatania.com

50° Concorso A.I.B.E.S.

I.P.S.S.E.O.A "Karol Wojtyla"
27 aprile 2016
VIII Edizione
Trofeo “A. Di Piazza”

Catania 3-4 maggio 2016


Progetto Europeo Comenius
“ Le Mariage: toute une histoire... ”

Catania 19-24 aprile 2015
2° Trofeo A.N.M.I.
“ Il mare… nel piatto ”