I.P.S.S.A.R. KAROL WOJTYLA di Catania

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • Consenso all'uso dei cookie

    Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente acconsente all'uso dei cookie.

    Informativa estesa sui cookie

Benvenuto - Welcome - Bienvenue - Willkommen - Bienvenido

nel sito ufficiale dell’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania

Plesso di via  Raccuglia Plesso di via Lizio  Bruno Plesso di viale  Tirreno Plesso di via Anfuso
I nostri quattro plessi
 
Dirigente Scolastico dott.ssa Daniela Di Piazza   
 
Uffici di Presidenza e Sede Amministrativa
via Vittime civili di guerra n. 8 – 95123 Catania – tel. 095 484836 – fax 095 7571828
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
orario di ricevimento dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico:
martedì (ore 10,00 – 12,00) e giovedì (ore 10,00 – 12,00 / 15,00 – 17,00)

Sito ottimizzato per Internet Explorer 8.0, Mozilla Firefox 4.0, Safari 5.0 e per una visualizzazione di 1280x1024
Nomi, loghi e immagini sono marchi o marchi registrati dei rispettivi proprietari

 
Progetti PONFondi Strutturali Europei − "Cosa fa la mia scuola"

Pon_Logo_full_MIUR_t-680x127

clicca sul logo per visitare le pagine
PON 4 ALL »  I.P.S.S.E.O.A. »  C.T.P. n. 2
Attività in corso…

» PON FESR 2007-2013 - Asse II – "Qualità degli ambienti scolastici"Obiettivo C  – Avviso ai creditori prot. n. 6905/c50c del 13/07/15

 
La solidarietà… è per noi uno stile di vita da insegnare
Banner-foncanesa
Banner-telethon
Banner-unitalsi

 

"Giorno del Ricordo" in memoria delle vittime delle foibe

E-mail Stampa PDF

 

Esami di qualifica Percorsi intergati A

E-mail Stampa PDF

Si sono conclusi mercoledì 27 gennaio 2016 i Percorsi integrati A, iniziati nel lontano 2010, con gli esami di qualifica del venti studenti che vi hanno partecipato. Il presidente, dott. Daniele Mastropaolo, i proff. Salvatore Anello, Emanuele Sabatino, Maria Grazia Scudieri e Giuseppe Spedalieri hanno elogiato gli allievi per l'impegno e il brillante esame che ha visto la preparazione di diverse tipologie di pani, focaccie, pizze e tra i dolci: un semifreddo alle mandorle ed una torta classica.

 

Incontro diocesano degli studenti in "Omaggio a S. Agata"

E-mail Stampa PDF

Giorno 27 gennaio 2016 l’Istituto Alberghiero “K.Wojtyla”, ha partecipato all’iniziativa promossa dalla Diocesi di Catania “Omaggio a S .Agata”, rivolta agli alunni delle Scuole Secondarie di II Grado, a cui viene offerta la possibilità di prepararsi all’imminente festa della Patrona. La Manifestazione è stata articolata in due momenti: la visita guidata nelle chiese del culto agatino (S. Biagio, S. Agata al Carcere, S .Agata la Vetere) e l’incontro di preghiera in Cattedrale. I ragazzi, accompagnati dai docenti, hanno avuto modo di riscoprire il patrimonio artistico e culturale della città di Catania e di comprendere l’importanza di un momento di aggregazione che ha permesso loro di approfondire l’aspetto religioso e devozionale della festa. Monsignore Perni dell’Ufficio Scolastico diocesano, ha accolto le scolaresche in cattedrale e dopo la lettura e la riflessione sul racconto del martirio della Santa, sono stati offerti dei beni di prima necessità. Questo gesto è servito a sensibilizzare i giovani ai valori della solidarietà e della carità verso i meno fortunati. Il nostro istituto ha inoltre donato un busto di S.Agata realizzato con un impasto di margarina realizzato dal professore Papotto e dall’assistente tecnico sig. Musumeci. Infine la visita alla Cappella di S. Agata chiamata dai catanesi ”a cammaredda”, dentro cui vengono custoditi il busto reliquiario di Sant'Agata e lo scrigno con le sue reliquie, ha consentito di meditare in una dimensione più personale ,quei valori umani e cristiani di Fede, coraggio e speranza che S.Agata con la sua testimonianza trasmette ancora oggi ai credenti.

 

Master F.I.S.A.R. "Di.Vino Vulcano"

E-mail Stampa PDF

Giorno 27 novembre 2015 presso l’alula magna del plesso di via Lizio Bruno in collaborazione con la FISAR (Federazione Italiana Sommelier) sez. Catania si è svolto un Master di formazione sui vini dell’Etna il "Di.Vino Vulcano”  tenuto dal Sommelier Dott. Gaetano Prosperini e rivolto a tutti i docenti di sala, alle classi III- IV -V sala vendita di tutti i plessi. Il corso ha avuto l’obiettivo di potenziare la conoscenza dei vini dell’Etna. Alla fine del master tutto il dipartimento di sala dopo un light lunch ha partecipato presso la sala ristorante dello stesso plesso alla degustazione di alcuni vini dell’Etna.

prof. Licciardello Carmelo

 

Master Fabbri

E-mail Stampa PDF

Giorno 18 novembre 2015 presso l'aula magna del plesso di via Lizio Bruno in collaborazione con l'A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barman Sostenitori) e con la presenza del Vice Presidente Nazionale Salvatore Arcidiacono si è svolta uno delle tappe a carattere nazionale del Master di formazione Fabbri, azienda specializzata nel settore della liquoristica e del bere miscelato. Sono stati coinvolti nella preparazione di cocktail di tendenza il dipartimento di sala e le classi III e IV sala-vendita di tutti i plessi.

prof. Licciardello Carmelo

 

Si è concluso il progetto Green Game

E-mail Stampa PDF

Nel mese di dicembre si è concluso il progetto Green Game, Patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con l'obiettivo di sottolineare l'importanza di una corretta raccolta differenziata agli studenti delle classi 1^ e 2^ degli Istituti Superiori di Secondo Grado di tutta la Regione Siciliana. Il messaggio che i Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli Imballaggi hanno voluto trasmettere è che il “rifiuto” può diventare una “risorsa” se riciclato nel modo giusto. Il progetto GREEN GAME che ha visto coinvolti i ragazzi del biennio dell’Istituto K.Wojtyla, si è svolto con modalità ludica ed ha suscitato grande interesse anche da parte dei docenti intervenuti per l'innovazione apportata alla didattica tradizionale. L’utilizzo dei moderni strumenti di comunicazione, molto vicini ai giovani, ha registrato un apprendimento rapidissimo delle nozioni trasferite, oltreché valorizzato il lavoro in team dei ragazzi. Nel gioco di squadra gli alunni delle classi 1E e 2 D hanno ottenuto i risultati migliori aggiudicandosi la possibilità di partecipare alla finalissima e di sfidare le altre 50 scuole che hanno preso parte al progetto. I ragazzi, accompagnati dalle prof.sse M.Addamo e L.Montopoli, hanno gareggiato nella competizione finale, classificandosi al posto 11° (1E) e 18° (2D) ricevendo dallo staff di Green Game un sincero apprezzamento per la preparazione dimostrata.

 

X Giornata della Solidarietà: "Solidarietà, essenza della vita"

E-mail Stampa PDF

Il 17 dicembre in occasione della “Giornata della solidarietà”, promossa annualmente dal nostro istituto, alunni, personale ata e docenti del plesso di via Raccuglia, hanno abbracciato in un clima d’intensa emozione e di cristiana partecipazione, gli ospiti dell’istituto “Villa Angela” di S. Giovanni La Punta. L’esperienza umana che da anni raccoglie consensi tra gli studenti, alcuni dei quali già diplomati, è stata costellata nelle diverse fasi da un clima di gioiosa partecipazione, che ha reso unica la famiglia scolastica con quella della comunità. Danze, giochi e momenti di semplice, ma toccante condivisione di chi vive una dimensione umana “speciale”, hanno descritto una giornata che ha offerto spunti di riflessione sul significato dell’Amore , della Condivisione e del Rispetto delle diversità. Il pranzo, momento culminante dell’incontro, ha valorizzato l’esperienza umana  dei partecipanti. Il sorriso disinteressato degli amici di ”Villa Angela “, le loro mani che stringevano le nostre, i loro occhi che brillavano dinanzi ai piccoli doni preparati dai ragazzi, l’abbraccio talvolta debole, altre forte di chi, malgrado l’età ha la disarmante innocenza di un bambino ha arricchito il cuore e la mente di tutti. Saliti sul pullman ognuno ha trasmesso la propria esperienza con commozione ma anche profonda gioia perché gli ospiti di “Villa Angela” possiedono anche questa meravigliosa capacità ; rendere consapevoli che “ difficilmente, si diventa una persona generosa da soli: la generosità è una cosa che s’impara” ( Mark Anspach).

Margherita Arena
Antonino Musumarra

 

Plesso di v.le Tirreno e di via Lizio Bruno
Istituto Comprensivo "F. De Roberto" - Plesso di via Case Sante - Catania

 

Plesso di via Lizio Bruno
Centro Diurno Città Nuova - S. Leone - Catania

 

La stella Michelin Pietro D’Agostino, “prof” per un giorno a Bicocca

E-mail Stampa PDF

Catania, 14 dicembre 2015 – Una giornata davvero speciale per gli allievi dell’istituto alberghiero Karol Wojtyla di Catania, detenuti nel carcere di massima sicurezza Bicocca, alle prese per un giorno con un “prof” d’eccezione del calibro di Pietro D’Agostino. Un’iniziativa fortemente voluta dalla dirigente scolastica Daniela Di Piazza che si è potuta realizzare grazie alla disponibilità del direttore del penitenziario Giovanni Rizza e del team dell’area didattica, coordinato da Maurizio Battaglia, consapevoli tutti di quanto possano essere fondamentali momenti di socialità e di confronto per chi si trova ristretto in una cella per scontare lunghe pene detentive. E così, D’Agostino, ambasciatore della cucina siciliana nel mondo, è stato scelto per essere protagonista dello stage di cucina dal titolo “il paradigma dell’arte culinaria e le nuove istanze della pedagogia penitenziaria”. Un invito che lo chef D’Agostino, , ha raccolto con grande entusiasmo, da sempre attento ad utilizzare il linguaggio del cibo per parlare anche di solidarietà e impegno sociale. E così, anche stamattina per i 15 allievi-detenuti che formano le due classi del quarto e quinto anno dell’alberghiero la campanella è suonata puntuale alle 8.30, ma ad attenderli nelle cucine, non c’era soltanto il docente di ristorazione Giuseppe Rapisarda ma lo stellato d’Agostino che con loro ha preparato un vero e proprio menu di Natale. Aldilà della tavola imbandita con prelibatezze ‘d’autore’, però, l’iniziativa ha avuto un enorme valore simbolico. “Con i ragazzi si è fatto un bellissimo lavoro di squadra – ha commentato Pietro D’Agostino –ognuno si è impegnato per ottenere il risultato che c’eravamo prefissi E’ senz’altro un momento di crescita, per mostrare loro come funziona il mondo dell’alta ristorazione perché è un momento di formazione professionale a tutti gli effetti”. “Quando sono entrata in questo istituto guardando i miei studenti per la prima volta, non ho mai pensato cosa avessero fatto per essere qui dentro, ma indipendentemente da ciò, ognuno di loro ha subito rappresentato una persona con la propria storia da raccontare – ha esordito Daniela Di Piazza, dirigente scolastico istituto alberghiero Karol Wojtyla –Io trovo straordinario essere riusciti a pensare e realizzare questo evento perché l’essere qui rappresenta per ciascuno dei nostri studenti un valore aggiunto nel loro quotidiano: noi rappresentiamo la prospettiva, la speranza, il sentirsi liberi pur essendo qui dentro, e questo costituisce un travaglio emotivo molto forte”. Del corpo docenti in servizi a Bicocca fanno parte anche Giuseppe Valore, che ne è il coordinatore, Rosario Torrisi e Giovanni Bruno. Al Carcere di Bicocca circa 75 studenti, con una media di 30 anni frequentano le lezioni dell’istituto alberghiero all’interno del penitenziario Bicocca, essi rappresentano un terzo del numero complessivo dei detenuti che hanno deciso di acquisire un titolo di studio superiore. “Dopo undici anni di continuità possiamo dire che i risultati ci sono stati e non è stato facile – ha dichiarato responsabile area educativa di Bicocca, Maurizio Battaglia – soprattutto perché all’interno di un carcere dobbiamo fare i conti con una percentuale molto elevata di dispersione scolastica. Ma con l’alberghiero ci attestiamo su una trentina di alunni per la prima e seconda classe e una decina alla terza è senz’altro un partner privilegiato”. “Degli studenti che sono passati in questi anni dall’istituto penitenziario – ha aggiunto ancora Battaglia – c’è chi magari il ristoratore lo faceva già ma senza qualifica e in carcere ha avuto modo di acquisire un titolo di studio e chi, invece, partendo, proprio da un percorso didattico è riuscito poi a ricominciare a vivere, fuori dal carcere, aprendo un proprio ristorante, facendo lo chef o lavorando in sala”.

Comunicato ufficio stampa
Pietro D'Agostino

 

“ReadOn!” approda in 3B-EN

E-mail Stampa PDF

“Today a reader, tomorrow a leader” è una delle più celebri citazioni della giornalista e critica letteraria americana Margaret Fuller a cui ho immediatamente pensato nel momento in cui mi è stato affidato il progetto di lettura estensiva “ReadOn!” della Oxford, che prevede l’adozione di una biblioteca di classe itinerante sotto forma di trolley contenente ben 90 libretti in lingua inglese, graduati a seconda del loro livello di difficoltà.
Sapere di dover scegliere una sola classe a cui dedicarmi nella cura di quel progetto mi ha tuttavia posto di fronte a un dilemma non da poco, poiché alunni di più classi a cui avevo preventivamente parlato del progetto stesso mi avevano dimostrato pari curiosità e interesse. Una in particolare mi ha comunque convinta a prendere la decisione finale: la 3B-EN, un gruppo-classe totalmente nuovo per me in quanto assegnatomi solo da quest’anno scolastico.
La maggior parte dei ragazzi di 3B-EN si è infatti detta pronta a far parte del progetto (seppure con i timori e i dubbi iniziali del caso, poi fugati insieme) perché desiderosa di migliorarsi nello studio della lingua inglese, in accordo con le innovative opportunità offerte dalla lettura estensiva promossa da “ReadOn!”. Li ha colpiti, a detta loro, la libertà nello scegliere se, dove, quando e come leggere; se leggere e/o ascoltare gli audiobooks; se proseguire con il libro preso in prestito o cambiarlo nel caso non li entusiasmi o risulti di un livello superiore al previsto. In poche parole, a mio parere, ha avuto successo la formula che riassumerei come “liberi di leggere, ma leggere per il solo gusto di farlo e per migliorare il proprio inglese senza nemmeno accorgersene, semplicemente passando da un libro all’altro”.
Mercoledì 18 novembre, con loro grande sorpresa non avendoli fino ad allora avvisati di essere stati effettivamente scelti, ho fatto il mio ingresso in classe con l’ormai famoso trolley (contrassegnato da un fiore realizzato all’uncinetto dalla nostra gentilissima collaboratrice, la Sig.ra Marinella Di Mauro) e una maxibusta di caramelle per festeggiare in dolcezza l’unboxing della nostra biblioteca itinerante. Con l’impagabile presenza in aula della prof.ssa Rosi Gelsomino, abbiamo entrambe assistito all’emozionante momento in cui uno dei ragazzi ha aperto la valigia, all’esplorazione dei titoli da parte degli alunni, alla scelta e alla prima presa in prestito dei libri, fino all’affissione sulla porta del logo “ReadOn!” con tutte le nostre firme, a sancire ufficialmente l’inizio del progetto stesso.
In quell’occasione, i ragazzi hanno anche appeso alla porta un poster con i “dieci diritti del lettore” a cura di Daniel Pennac, il cui spirito incoraggiante e tollerante ha incontrato il consenso di tutti noi. Gli studenti, inoltre, hanno ricevuto una copia del proprio Reading Diary, da aggiornare progressivamente nel corso dell’anno scolastico, nonché la lettera che Oxford ha destinato ai loro genitori con il proposito di sensibilizzarli nei confronti della valenza educativa del progetto “ReadOn!”, invitandoli a motivare i propri ragazzi anche a casa; il tutto, coordinato dal nostro efficientissimo Class Librarian, Alessandro Maggio.
Nel corso della prima settimana di extensive reading, l’alunna Giovanna Maffei si è distinta per aver ultimato la lettura del Titanic in tempi record (un solo giorno!), facendo anche uso del cd a corredo del libro; insieme con altri compagni, giovedì 26 novembre, ha quindi proceduto con un secondo prestito, affermando di apprezzare l’iniziativa perché, già al primo libro letto, ha notato una crescita nella motivazione e nelle proprie conoscenze lessicali, quasi a sforzo zero. Durante la stessa reading session, gli alunni Marcello Licciardello e Alessandro Maggio hanno volontariamente ordinato i libretti del trolley, raffrontandoli con il catalogo in nostro possesso e suddividendoli per fasce di livello.
Quale sorpresa, per me, appurare (in due soli incontri) che una mia alunna conosceva già Jane Austen e che la biografia di The Elephant Man incuriosiva un’altra; quanta soddisfazione, ascoltarli mentre uno di loro mi raccontava quanto imparato sulla nascita di New York City e un altro ancora mi informava sulle curiosità legate agli sport tipici dell’Irlanda: questi ragazzi, con il loro entusiasmo, hanno già oggi qualcosa dei leader a cui si riferiva la Fuller...

Prof.ssa Tiziana S.I. Sciuto


 


Pagina 1 di 12

Italian Danish English French German Greek Irish Norwegian Portuguese Spanish Swedish

Chi è online

 153 visitatori online
Tot. visite contenuti : 13062485
DVD ETNA
GastroEtna

Hospitality School
Le trasmissioni TV



VII Edizione
Trofeo “A. Di Piazza”

Catania 22-23 aprile 2015
Progetto Europeo Comenius
“ Le Mariage: toute une histoire... ”

Catania 19-24 aprile 2015
2° Trofeo A.N.M.I.
“ Il mare… nel piatto ”




Convegno A.i.c.i.c.


I.P.S.S.E.O.A. "Karol Wojtyla"
5 novembre 2014

Master sul Rum


I.P.S.S.E.O.A. "Karol Wojtyla"
27 ottobre 2014